Architecture, Interior Design

Un’appartamento ai confini tra abitazione e galleria d’arte nel cuore di Madrid

al_pie_de_las_letras_271274076_1200x800

CASA H71 è un progetto dello studio LUCAS Y HERNANDEZ- GIL,  i quali hanno intrapreso una vera e propria sfida nel ristrutturare ed attualizzare questo vecchio appartamento  di 200 mq sito nel quartiere Las Letras di Madrid, a due passi dal Paseo del Prado.

HOUSE H71 is a project of Studio LUCAS Y HERNANDEZ- GIL, who undertook a challenge to restructure and modernize this old 200 sqm apartment located in the Las Letras district of Madrid, near the Paseo del Prado.

La sfida consisteva nel far coesistere una vera e propria  “galleria d’arte” in grado di ospitare la collezione privata del committente, con il comfort consono ad una abitazione. Ne deriva così un progetto perfettamente coeso, caratterizzato da ampi spazi, in grado di ospitare e dare risalto alle opere d’arte dei proprietari.

La scelta dei colori è volutamente quella di una tavolozza che verta su tonalità tenue per non creare contrasto con le opere esposte nell’intero ambiente. Tutto ha come scopo quello di incanalare l’ attenzione di chi guarda sui pezzi d’arte, rendendo il confine tra una galleria e un’ abitazione sempre più labile.

The challenge was the coexistence of a real “art gallery” that can host the private collection of the client with the comfort suited to a home. The result is thus a perfectly cohesive project, characterized by wide open spaces, which can accommodate and highlight the artworks of the owners.

The choice of colors is deliberately to a palette concerning a soft tones so as not to conflict with the works on display in the entire environment. Everything aims to channel the attention of the viewer on art pieces, making the border between gallery and house, increasingly blurred.

 

al_pie_de_las_letras_507321106_1200x800

al_pie_de_las_letras_479984255_800x1200

La presenza delle colonne portanti, intenzionalmente spogliate e lasciate a cemento vivo, dona un look grezzo e vagamente industriale che si sposa perfettamente con le linee pulite dello spazio circostante. Scelta intenzionale per sottolineare l’importanza di uno dei primi edifici residenziali realizzati a Madrid con la tecnica del cemento armato.

The presence of the pillars, intentionally stripped and left alive in concrete, gives a rough and slightly industrial look that fits perfectly with the clean lines of the surrounding space. Deliberate choice to emphasize the importance of one of the first residential buildings built in Madrid with the reinforced concrete technique.

al_pie_de_las_letras_212676882_1200x800

Lo sviluppo degli ambienti interni prosegue nella cucina, caratterizzata da linee estremamente pulite, con mobili che sembrano essere incastonati e mimetizzati nel muro. La cucina stessa scompare abilmente dalla vista di chi si trova nella sala centrale, come anche gli altri ambienti di servizio.

Il colore bianco domina su tutto, interrotto unicamente dai colori accesi di sedie e opere.

The development of the interior continues in the kitchen, also characterized by extremely clean lines, with furniture that seem to be embedded and camouflaged in the wall. The kitchen disappears from wiew of who is located in the central hall, as well as the others service areas.

Color white is dominant, interrupted only by bright colors of chairs and artworks. 

al_pie_de_las_letras_941269657_1200x800

al_pie_de_las_letras_193239948_800x1200

 

al_pie_de_las_letras_399415539_800x1200al_pie_de_las_letras_81013210_800x1200

Details:

Architects: Cristina Domínguez Lucas, Fernando Hernández-Gil

Studio: Estudio Lucas y Hernández-Gil

Area: 200 mq

Location: quartiere Las Letras, Madrid.

Photos by:  José Hevia

 

 

 

 

 

 

 

Related Post